Logo stampa
15 anni
Calendario
 
<
>
Ottobre 2018
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
IN PRIMO PIANO
Condividi
04/06/2018

Sostenibilità, a Bologna il convegno di Hera per ripensare lo sviluppo

 


La parte , mai come oggi, è per il tutto. Non è la definizione di una figura retorica, ma il senso che attori pubblici e privati devono dare al proprio operato per inscriverlo nell’orizzonte del Pianeta, i cui equilibri dipendono dall’azione di tutti. La stessa economia circolare non è più pensabile in termini di pura gestione dei rifiuti e deve abbracciare un plesso integrato di questioni, che comprendel’ecodesign nella progettazione dei prodotti, il mantenimento delle risorse in uso e la rigenerazione del capitale naturale. Questi alcuni dei temi principali emersi dal convegno “L’ecosistema e la sua unitarietà: una sfida per il futuro sostenibile”, tenutosi oggi presso la sede bolognese del Gruppo Hera. Organizzato in occasione della Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile, l’evento ha visto la partecipazione del Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, che ha portato la testimonianza di un territorio forte di esperienze amministrative vocate alla sostenibilità. A questo si sono aggiunti i contributi di personalità di rilievo internazionale provenienti dal mondo delle istituzioni, dell’impresa e dell’università. Un appuntamento importante, insomma, all’interno del quale la multiutility ha inoltre illustrato i principali contenuti del proprio bilancio di sostenibilità, completamente rinnovato, i cui indicatori economici, sociali e ambientali risultano ancora una volta in costante miglioramento e consentono di guardare con fiducia alle prospettive future.

 
 


Fra gli ospiti del convegno, è intervenuto anche il prof. Jeffrey Sachs, della Columbia University, che ha avuto un ruolo importante nell’elaborazione dei Sustainable Developments Goals individuati dall’Agenda ONU al 2030, verso i quali lo stesso Gruppo Hera già da tempo ha orientato il proprio impegno sul fronte della sostenibilità. Nel proprio bilancio di sostenibilità, infatti, la multiutility rendiconta il valore condiviso, cioè la quota di margine operativo lordo derivante da attività che generano margini operativi per l’azienda e rispondono anche a 10 dei 17 obiettivi di sostenibilità indicati nell’Agenda Globale. Tale quota, in aumento del 10% rispetto al 2016, si è attestata nel 2017 a 329 milioni di euro (1/3 del Mol complessivo) e l’obiettivo è portarla al 40% del Mol per il 2021, contribuendo così sempre di più ai bisogni del territorio servito e alle sfide per il cambiamento. Ingenti, peraltro, gli investimenti già stanziati, che nel solo 2017 hanno contribuito allo sviluppo del valore condiviso per 200 milioni di euro, dunque in misura pari al 41% del totale. Fra gli interventi principali si segnala la realizzazione a Sant’Agata Bolognese di un importante impianto per la produzione di biometano dalla frazione organica dei rifiuti. A questo si aggiungono lo sviluppo del riciclo dei rifiuti attraverso le società Aliplast e Waste Recycling, altrettanto fondamentali in una logica di compiuta attuazione dell’economia circolare. Completano il quadro il potenziamento del servizio di depurazione delle acque reflue, la digitalizzazione dei servizi in ottica utility 4.0 e, infine, gli investimenti in innovazione per rendere le reti sempre più smart.

Del resto, nella nuova edizione del bilancio di sostenibilità, che da quest’anno offre anche utili spunti di riflessione sullo scenario nazionale e internazionale, il valore condiviso è diventato il vero e proprio fulcro attorno al quale Hera organizza tutti i contenuti del documento, in modo tale da evidenziare il contributo che le diverse attività forniscono alla sua generazione. Le informazioni riportate nel bilancio sono così suddivise in tre ambiti principali: uso intelligente dell’energia, uso efficiente delle risorse, innovazione e contributo allo sviluppo del territorio.

 

 
Valore condiviso nel bilancio di sostenibilità 2017
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Overview BS 2017
 
L'ecosistema e la sua unitarietà: una sgida per il futuro
 
 
Hera scorre da 15 anni
 
Un bilancio di sostenibilità a valore condiviso 2016