Logo stampa
 

Regolamento assembleare

L'assemblea è l'organo deliberativo collegiale della società per azioni ed è formata dai soci o dai loro rappresentanti.
Ad essa spettano compiti di primaria importanza come l’approvazione del bilancio o l’elezione del consiglio di amministrazione, per questa ragione è necessaria la presenza di un regolamento che consenta di portare a termine al meglio le sue funzioni.

 
 
  • Disposizioni preliminari

    Articolo 1
    Ambito di applicazione

    1. Il presente regolamento disciplina lo svolgimento dell'assemblea ordinaria e straordinaria della Società.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 2
    Intervento, partecipazione e assistenza in assemblea

    1. Possono intervenire in assemblea coloro ai quali spetta il diritto di voto in base alla normativa vigente.
      Possono partecipare all'assemblea il Direttore Generale, i dirigenti della Società e i rappresentanti della società di revisione incaricata della revisione legale dei conti, nonché gli amministratori, i sindaci e i dirigenti di società del gruppo. Possono altresì partecipare all'assemblea dipendenti della Società o delle società del gruppo e altri soggetti, la presenza dei quali sia ritenuta utile dal Presidente dell'assemblea in relazione agli argomenti da trattare o per lo svolgimento dei lavori.

    2. Possono assistere all'assemblea, con il consenso del Presidente, esperti, analisti finanziari e giornalisti accreditati.

    3. Il Presidente, prima dell'illustrazione degli argomenti all'ordine dei giorno, dà notizia all'assemblea della partecipazione e dell'assistenza alla riunione dei soggetti indicati nei commi 1 e 2 del presente articolo.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 3
    Verifica della legittimazione all'intervento in assemblea e accesso ai locali della riunione

    1. La verifica della legittimazione all'intervento in assemblea ha inizio nel luogo di svolgimento della riunione almeno due ore prima di quella fissata per l'inizio dell'assemblea, salvo diverso termine stabilito nell'avviso di convocazione. Coloro che hanno diritto di intervenire in assemblea devono esibire al personale incaricato dalla Società, all'ingresso dei locali in cui si svolge la riunione, un documento di identificazione personale. Il personale incaricato dalla Società rilascia apposito documento da conservare per il periodo di svolgimento dei lavori assembleari.

    2. Al fine di agevolare la verifica della loro legittimazione all'intervento in assemblea, i titolari di diritto di voto possono far pervenire la documentazione comprovante tale legittimazione alla segreteria societaria, con le modalità e nei termini contenuti nell'avviso di convocazione.

    3. Al fine di agevolare la verifica dei poteri rappresentativi loro spettanti, coloro che intervengono in assemblea in rappresentanza legale o volontaria di titolari di diritto di voto possono far pervenire la documentazione comprovante tali poteri alla segreteria societaria, con le modalità e nei termini contenuti nell'avviso di convocazione.

    4. Salvo diversa decisione del Presidente dell'assemblea, nei locali in cui si svolge la riunione non possono essere utilizzati apparecchi fotografici o video e similari, nonché strumenti di registrazione di qualsiasi genere e apparecchi di telefonia mobile. Il Presidente, qualora autorizzi l'uso di dette apparecchiature, ne determina condizioni e limiti.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 4
    Costituzione dell'assemblea e apertura dei lavori

    1. All'ora fissata nell'avviso di convocazione assume la presidenza dell'assemblea la persona indicata dallo statuto.

    2. Il Presidente dell'assemblea è assistito da un segretario, anche non socio. Il Presidente può richiedere l'assistenza del segretario anche nel caso in cui la redazione del verbale sia affidata ad un notaio. Il segretario e il notaio possono farsi assistere da persone di propria fiducia e avvalersi di apparecchi di registrazione solo per loro personale ausilio nella predisposizione del verbale.

    3. Il Presidente può farsi assistere dai soggetti autorizzati a partecipare all'assemblea, incaricandoli altresì di illustrare gli argomenti all'ordine del giorno e di rispondere alle domande poste in relazione a specifici argomenti.

    4. Il Presidente può farsi assistere anche da esperti esterni appositamente invitati.

    5. Il Presidente, anche su segnalazione del personale incaricato, risolve le eventuali contestazioni relative alla legittimazione all'intervento.

    6. Il Presidente comunica il numero dei titolari di diritto di voto presenti, indicando altresì la quota di capitale dagli stessi rappresentata. Il Presidente, accertato che l'assemblea è regolarmente costituita, dichiara aperti i lavori assembleari.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 5
    Ordine del giorno

    1. Il Presidente e, su suo invito, coloro che lo assistono ai sensi dell'articolo 4, comma 3, del presente regolamento, illustrano gli argomenti all'ordine dei giorno e le proposte sottoposte all'approvazione dell'assemblea. Nel porre in discussione detti argomenti e proposte, il Presidente, sempre che l'assemblea non si opponga, può seguire un ordine diverso da quello risultante dall'avviso di convocazione e può disporre che tutti o alcuni degli argomenti posti all'ordine del giorno siano discussi in un'unica soluzione.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 6
    Interventi e repliche

    1. Il Presidente dell'assemblea regola la discussione dando la parola agli amministratori, ai sindaci e a coloro che l'abbiano richiesta a norma del presente articolo.

    2. I legittimati all'esercizio del diritto di voto possono chiedere la parola sugli argomenti posti in discussione una sola volta, facendo osservazioni e chiedendo informazioni. I legittimati all'esercizio del diritto di voto possono altresì formulare proposte in ordine agli argomenti all'ordine del giorno. La richiesta può essere avanzata fino a quando il Presidente non ha dichiarato chiusa la discussione sull'argomento oggetto della stessa.

    3. Il Presidente stabilisce le modalità di richiesta di intervento e l'ordine degli interventi.

    4. Il Presidente e, su suo invito, coloro che lo assistono ai sensi dell'articolo 4, comma 3, del presente regolamento, rispondono agli oratori al termine di tutti gli interventi sugli argomenti posti in discussione, ovvero dopo ciascun intervento, tenendo conto anche di eventuali domande formulate dai soci prima dell'assemblea cui non sia già stata data risposta da parte della società.

    5. Coloro che hanno chiesto la parola hanno facoltà di breve replica.

    6. Il Presidente, tenuto conto dell'oggetto e della rilevanza dei singoli argomenti posti in discussione, nonché del numero dei richiedenti la parola e di eventuali domande formulate dai soci prima dell'assemblea cui non sia già stata data risposta da parte della società, predetermina la durata degli interventi e delle repliche al fine di garantire che l'assemblea possa concludere i propri lavori in un'unica riunione. Prima della prevista scadenza del termine dell'intervento o della replica, il Presidente invita l'oratore a concludere.

    7. Esauriti gli interventi, le risposte e le eventuali repliche, il Presidente dichiara chiusa la discussione.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 7
    Sospensione dei lavori

    1. Nel corso della riunione il Presidente, ove ne ravvisi l'opportunità, può sospendere i lavori per un breve periodo, motivando la decisione.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 8
    Poteri dei Presidente

    1. Al fine di garantire un corretto svolgimento dei lavori e l'esercizio dei diritti da parte degli intervenuti, il Presidente può togliere la parola qualora l'intervenuto parli senza averne la facoltà o continui a parlare trascorso il tempo massimo di intervento predeterminato dal Presidente.

    2. Il Presidente può togliere la parola, previo richiamo, nei casi di manifesta non pertinenza dell'intervento all'argomento posto in discussione.

    3. Il Presidente può togliere la parola in tutti i casi in cui l'intervenuto pronunci frasi o assuma comportamenti sconvenienti o ingiuriosi, in caso di minaccia o di incitamento alla violenza e al disordine.

    4. Qualora uno o più intervenuti impediscano ad altri la discussione oppure provochino con il loro comportamento una situazione di chiaro ostacolo al regolare svolgimento dell'assemblea, il Presidente richiama all'ordine e all'osservanza del regolamento. Ove tale richiamo risulti vano, il Presidente può disporre l'allontanamento dalla sala della riunione per tutta la fase della discussione delle persone precedentemente ammonite

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 9
    Operazioni preliminari

    1. Prima di dare inizio alle operazioni di voto, il Presidente riammette all'assemblea gli esclusi a norma dell'articolo 8 del presente regolamento.

    2. Il Presidente può disporre, prima dell'apertura della discussione, che la votazione su ogni singolo argomento intervenga dopo la chiusura della discussione su ciascuno di essi, oppure al termine della discussione di tutti o alcuni degli argomenti all'ordine del giorno.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 10
    Votazione

    1. Il Presidente stabilisce, prima dell'apertura della discussione, le modalità di espressione, di rilevazione e di computo dei voti e può fissare un termine massimo entro il quale deve essere espresso il voto.

    2. Al termine delle votazioni viene effettuato lo scrutinio, esaurito il quale il Presidente, anche avvalendosi del segretario o del notaio, dichiara all'assemblea i risultati delle votazioni.

    3. Il Presidente potrà altresì stabilire che le votazioni avvengano mediante strumenti informatici di rilevazione ed in tal caso potrà richiedere l'assistenza anche di tecnici esterni alla Società per i relativi adempimenti

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 11
    Chiusura dei lavori

    1. Esaurita la trattazione degli argomenti all'ordine del giorno e la relativa votazione, il Presidente dichiara chiusa la riunione.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

  • Articolo 12
    Miscellanea

    1. Oltre a quanto previsto nel presente regolamento, il Presidente può adottare ogni provvedimento ritenuto opportuno per garantire un corretto svolgimento dei lavori assembleari e l'esercizio dei diritti da parte degli intervenuti.

    Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

Pagina aggiornata al 10 gennaio 2014

 
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2017 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Un'Hera che scorre da 15 anni