Logo stampa
 
HomeGruppoInvestor relationsStrategia e Piano industriale

Strategia e Piano industriale

Il nuovo Piano Industriale di Hera mira a creare valore per i principali stakeholder attraverso una strategia di crescita sia per linee interne che esterne. Lo scenario futuro evidenzia una buona concentrazione di opportunità nei settori di business in cui il Gruppo opera. L'impianto strategico perseguito si presenta in continuità con l'esperienza passata e pone le proprie basi sui solidi punti di forza caratteristici di Hera. La crescita è infatti perseguita attraverso l’implementazione delle usuali leve (efficienza, innovazione, agilità ed eccellenza), con ampliati target di sostenibilità per il conseguimento di obiettivi anche di ambito “benefit corporation”.

La strategia prevede un grosso sviluppo infrastrutturale, con un’ulteriore evoluzione della customer experience e delle iniziative di ingaggio del cliente. La solidità finanziaria che caratterizza il Gruppo (con una Posizione finanziaria netta/MOL sempre al di sotto della soglia dei 3x) permette un piano di investimenti in arco piano pari a 3,12 miliardi di Euro (+260m€ rispetto al precedente), per un MOL al 2022 di 1,185 miliardi di euro, il 40% dei quali derivante da attività a valore condiviso.

Confermata la trasparenza e la continuità nel dialogo con gli investitori, ai quali Hera riserva completa visibilità sugli impieghi dei capitali e sulle politiche di dividendo, con una visione estesa sui piani di creazione di valore e di distribuzione degli utili.

Focus strategiciCrescita interna M/A Analisi del rischio Target finanziariCapital allocation

 

Capital allocation

Di fronte alle opportunità dello scenario, il Gruppo ha selezionato i progetti d’investimento più promettenti e atti a sostenere un remunerativo potenziamento infrastrutturale, al quale allocherà, in arco piano, 3,14 miliardi di Euro, ovvero +260m€ rispetto al piano 17-21. L’aumento del piano degli investimenti sarà in gran parte autofinanziato, col mantenimento di una leva finanziaria al di sotto delle 3 volte (rapporto Debt/Ebitda), come pianificato nel precedente piano industriale.

 
Capex plan evolution
 

La strategia Hera

WHY

A livello globale possiamo osservare una serie di macrotendenze che impattano sull’ambiente e le risorse, sugli aspetti sociali e su quelli economici e pongono importanti sfide. Le Nazioni Unite hanno elaborato una serie di obiettivi proprio per rispondere a questi trend e le multiutility, per la peculiarità dei servizi offerti e per il loro stretto rapporto con il territorio, possono contribuire attivamente a questa transizione in atto. Il Gruppo Hera, quale riferimento nazionale nel settore, accoglie in pieno la call to action globale e la declina in modo puntuale anche all’interno della propria strategia.

Un ruolo di primo piano nella transizione in atto è inoltre coerente con la mission aziendale, stabilita 15 anni fa in occasione della sua fondazione, per la quale Hera si propone di « ......essere la migliore multiutility italiana per i suoi clienti, i lavoratori e gli azionisti, attraverso l'ulteriore sviluppo di un originale modello di impresa capace di innovazione e di forte radicamento territoriale, nel rispetto dell'ambiente.

Per Hera essere la migliore vuol dire rappresentare un motivo di orgoglio e di fiducia per:
i clienti, perché ricevano, attraverso un  ascolto costante, servizi di qualità all'altezza delle loro attese;
le donne e gli uomini che lavorano nell'impresa, perché siano protagonisti dei risultati con la loro competenza, il loro coinvolgimento e la loro passione;
gli azionisti, perché siano certi che il valore economico dell'impresa continui ad essere creato, nel rispetto dei principi di responsabilità sociale;
il territorio di riferimento, perché sia la  ricchezza economica, sociale e ambientale da promuovere per un futuro sostenibile;
i fornitori, perché siano attori della filiera del valore e partner della crescita ».

 

HOW

Le leve strategiche attraverso le quali il Gruppo saprà raggiungere i propri obiettivi sono:

  • Innovazione: le principali progettualità previste dai business in arco Piano presentano come elemento pivotale le opportunità rese disponibili dell’innovazione tecnologica.
  • Eccellenza: Hera è da sempre attenta al perseguimento di un ottimo livello di servizio in tutti i business presidiati, con l’obiettivo di superare gli standard qualitativi imposti dall’Autorità. La qualità del servizio è un elemento cardine per costruire un rapporto di lungo periodo con i nostri stakeholder e rappresenta anche una fonte di valore economico.
  • Agilità: in un contesto di settore sempre più dinamico questa leva è utile per affrontare al meglio il cambiamento e viene pertanto applicata anche al modello di leadership.
  • Efficienza: Il contesto competitivo di riferimento ha reso necessaria una particolare spinta sul fronte dell’efficienza attraverso leve interne ed esterne.
  • Crescita: la crescita del Gruppo è stata storicamente garantita da un equilibrato mix di crescita organica e per linee esterne e garantisce di gestire con efficienza i servizi erogati, sia in termini di capacità di affrontare scenari avversi e discontinuità, sia come spinta a mantenere un ruolo di spicco nel consolidamento di settori ancora estremamente frammentati.

L’impianto strategico che il Gruppo costruisce è inoltre in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) fissati dalle Nazioni Unite, che possono essere tradotti in azioni concrete all’interno dei diversi business presidiati.

 

WHAT

La declinazione della strategia del Gruppo si concretizza in progetti che rispettano coerentemente le leve strategiche e la dimensione della sostenibilità:

  • Illuminazione Pubblica: il contributo ad un uso intelligente dell’energia con punti luce a led e sistemi di automazione
  • Gli impianti per il Trattamento dei rifiuti contribuiscono al recupero di materia e di energia e tra questi spicca il nostro impianto di biometano in via di realizzazione
  • I Servizi energetici che offriamo ad  aziende, condomini e pubblica amministrazione mirano a promuovere soluzioni ad hoc per migliorare l’efficienza energetica dei sistemi di produzione e assorbimento dell’energia
  • Il Ciclo Idrico poi risponde sia agli obiettivi di recupero delle risorse che a quelli specifici legati alla potabilità dell’acqua e alla qualità della depurazione
  • Il teleriscaldamento rappresenta una soluzione efficiente e sostenibile, in quanto abbinata alla produzione di calore da fonti rinnovabili
  • L’attenzione a diversità e inclusione a livello governance, ma anche dei vari stakeholder interni ed esterni.
 

Azioni concrete di declinazione della strategia

 

Crescita, valore condiviso, economia circolare.

Hera si pone l'obiettivo strategico di continuare la crescita a valore condiviso, gia avviata nell'esercizio 2016, e implementare in particolar modo i progetti che si ispirano all'economia circolare. A ottobre 2017 il Gruppo è entrato a far parte del programma CE100, promosso dalla fondazione MacArthur, per diffondere idee, attività e modelli di business che si basano sull’economia circolare e in arco piano intende intensificare la collaborazione con la fondazione MacArthur, al fine di seguire e portare il proprio contributo alla best practice internazionale in materia.

L'Amministratore Delegato di Hera, Stefano Venier, ha incontrato Ellen MacArthur per fare il punto sulla situazione attuale e sulle prospettive future.

Il Piano industriale 2018-2022 e la creazione di valore condiviso

Un elemento portante del Piano al 2022 riguarda l’orientamento a lungo termine nell’utilizzo intelligente dell’energia, nell’impiego efficiente delle risorse, nell’innovazione e nello sviluppo eco-sociale del territorio, in una logica che abbraccia la creazione di Valore Condiviso. A motivo di ciò, nel 2022, Hera prevede circa 470 milioni di euro di MOL, corrispondenti al 40% del totale di Gruppo, derivanti da tali attività.

 
Global Goal Value in 2022
 

Valore per gli azionisti in crescita e una politica di dividendi sempre più sfidante

Il Piano conferma l’attenzione alla creazione di valore per gli azionisti e alla politica dei dividendi. La cedola di competenza, già salita a 9,5 centesimi per azione nel 2017, raggiungerà infatti i 10 centesimi per azione nel 2018 e 2019, i 10,5 nel 2020 e 2021 e gli 11 nel 2022 (+16% rispetto all’ultimo pagamento), con un aumento di 0,5 centesimi ogni 2 anni.

Pagina aggiornata al 10 gennaio 2019

 
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente del Gruppo Hera
 
 
BS 2017: il Valore condiviso
 
Valore condiviso al centro del bilancio di sostenibilità 2017
 
 
Lo sviluppo sostenibile
 
Un'Hera che scorre da 15 anni