Logo stampa
 
Calendario
 
<
>
Luglio 2019
  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
  •  
  •  
  •  
  •  
EVENTI
Condividi

"La Grande stagione dell'Acquerello Inglese" da Turner a Burn-Jones

Acquerello esposto
Tra i valori di riferimento del Gruppo Hera sono inclusi la valorizzazione ed il consolidamento della relazione col territorio, che significa la realizzazione di un saldo rapporto con le comunità locali. Il sostegno di eventi importanti, che qualificano la vita locale, le opportunità di socializzazione e arricchimento culturale rientrano nella logica che Hera ha adottato per comunicare ai clienti le proprie attività e servizi in modo vasto e con linguaggi differenziati, offrendo al contempo occasioni agevolate di accesso agli eventi medesimi. Su questo approccio Hera S.p.a. ed Hera Ravenna hanno realizzato una sinergia a sostegno di un grande evento.

Per la prima volta gli Acquerelli inglesi appartenenti alla collezione del Williamson Art Gallery & Museum di Birkenhead escono dall'Inghilterra per approdare in Italia a Ravenna, nelle sale della Loggetta Lombardesca, prestigiosa sede del Museo d'Arte della città di Ravenna che ne organizza l'esposizione al pubblico.
La mostra documenta uno fra i più originali contributi che la produzione artistica inglese ha fornito al contesto culturale europeo tra il XVII e il XIX secolo.
La grande stagione dell'acquerello si colloca infatti storicamente nel suddetto periodo e senza dubbio la scuola inglese è quella che ne coglie e interpreta al meglio le caratteristiche di genere, dotandolo di una valenza pittorica a tutti gli effetti. Il sentimento della natura e la pittura di paesaggio sono i temi che animano il dibattito estetico nell'Inghilterra del Settecento e l'acquerello viene ad essere una tecnica pittorica dominante che rispecchia, come una cartina di tornasole, i fermenti romantici del sublime e del pittoresco, interpretandone i canoni.
Le opere esposte sono un centinaio, firmate da alcuni dei più grandi esponenti del genere, come Richard Parks Bonington, Edward Coley Burn-Jones, John Constable, John Robert Cozens, Thomas Gainsborough, Thomas Girtin, Joseph Mallord William Turner e notevoli lavori di artisti meno noti come William James Müller, William Turner of Oxford, William Wyld.
 
Opera esposta
Il progetto espositivo si svolge secondo nove sezioni tematiche:
Il paesaggio campestre: gli artisti posano lo sguardo sulle città e sulla campagna inglese rappresentando i monumenti antichi, in specie abbazie e priorati, che rischiano di essere distrutti dall'usura del tempo;
Paesaggi immaginari: paesaggi dalle caratteristiche puramente immaginarie con una varietà di particolari senza una precisa corrispondenza alla realtà;
Atmosfere mutevoli: l'acquerello diviene uno strumento per la descrizione degli eventi atmosferici con giochi di luci ed ombre e contrasti tra cielo e terra;
I viaggi all'estero: il viaggio oltre i confini del Paese è un pretesto per rappresentare vedute di Venezia, Roma, Firenze;
Naturalismo: in questa sezione si riscontra un approccio più creativo al paesaggio che testimonia una personale espressione "sentimentale" dell'artista più che una fedele riproduzione dei luoghi;
Studi di figure: il paesaggio cede il passo alle rappresentazioni di figura meno consuete nella pittura di genere e che anticipa i preraffaelliti con la riscoperta di temi medievali e biblici;
Gli artisti di Merseyside: documenta il ruolo centrale giocato dalla Città di Liverpool e dalla sua Accademia nel panorama artistico del periodo;
Sicurezza e benessere: la sezione conclusiva che dà conto degli ultimi esiti della produzione dell'acquerello nel corso del XIX secolo.
 
Orari di visita
Martedì - Giovedì 9-13/15-18
Venerdì 9-13/15-21
Sabato e Domenica 10-19
Chiuso il Lunedì

Aperto Pasqua
Lunedì dell'Angelo
1° Maggio


La struttura è accessibile ai disabili

Ingresso: intero € 8 - ridotto € 6

Sede: Museo dell'arte della Città di Ravenna - Loggetta Lombardesca
Via Di Roma 13

Periodo: 21 Marzo - 27 Giugno 2004-03-24

Curatori: Hugh Belsey, Claudio Spadoni

Enti organizzatori: Museo d'Arte della Città di Ravenna - Williamson Art Gallery & Museum Birkenhead

Patrocini: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ambasciata Britannica a Roma, Regione Emilia-Romagna, Provincia di Ravenna

Sezione didattica
Nell'ambito della mostra è attivo un laboratorio sull'acquerello rivolto ai bambini e alle bambine, sono previste inoltre visite guidate gratuite (il costo della visita guidata è incluso nel biglietto di ingresso) ogni venerdì sera alle 18,30 e ogni sabato e domenica pomeriggio, alle ore 16 a partire da venerdì 26 marzo.
I percorsi didattici (visite guidate + laboratori) per le scuole elementari , medie e superiori si svolgeranno dal martedì al sabato su prenotazione degli insegnanti.
Nelle giornate di sabato 10 e 24 aprile, 8 e 29 maggio, 5 e 26 giugno, alle ore 16,30 verranno riproposti gli appuntamenti per bambini/e e genitori all'interno del laboratorio didattico.

Info e prenotazioni: Lunedì-venerdì ore 9-13 tel. 0544 482477/0544 482760/ 0544 482042; fax: 0544 482450; e-mail: infodidattica@museocitta.ra.it
 
marzo 2004 / giugno 2004
 
Dal 21/03/2004 al 27/06/2004
"La Grande stagione dell'Acquerello Inglese" da Turner a Burn-Jones
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull'economia circolare
 
REINVENTING THE CITY Rigenerare le risorse per passare a una società basata sull’economia circolare
 
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
Sostenibilità e Valore condiviso
 
 
Risultati economici 2018
 
Risultati economici 2018 - Il commento del Presidente