TESTATA Che acqua bevi

Che acqua bevi

Offerte e ServiziCasaAcquaChe acqua bevi

Condividi

Che acqua bevi 1

Come gestori del Servizio Idrico Integrato, ci impegniamo ogni giorno a controllare la qualità e le caratteristiche igienico-sanitarie dell'acqua destinata al consumo umano. A partire dall'origine delle fonti superficiali, quantitativamente più abbondanti ma qualitativamente più vulnerabili, e che quindi richiedono un maggior livello di controllo.

A tutela della qualità della nostra acqua, inoltre, adottiamo l'uso di tecnologie e prodotti di trattamento di alto livello e verifichiamo costantemente la prestazione degli impianti, attraverso un'adeguata vigilanza sullo stato di conservazione delle reti di distribuzione.

Da oltre quindici anni, infatti, il nostro obiettivo è seguire e mettere in pratica linee di principio comuni per tutte le aree territoriali che serviamo, quali: 

  • la caratterizzazione chimico fisica e batteriologica dell'acqua; 
  • il rispetto dei requisiti cogenti 
  • la garanzia di fornire un prodotto di qualità ottimale. 

Ma soprattutto siamo attenti ai controlli e alle verifiche di idoneità effettuati alla captazione. Che consentono di intervenire tempestivamente e di sospendere il prelievo di acqua nel caso in cui le caratteristiche chimico-fisiche non rispondano ai requisiti richiesti.

Le nostre iniziative per la qualità dell'acqua

Tra le iniziative per garantire sempre acqua buona e sicura, citiamo: 

  • l'ottimizzazione dei protocolli di controllo attraverso un modello di attività di monitoraggio basato sui principi dei Water Safety Plans;
  • la messa a punto di sistemi di miscelazione statica del disinfettante immesso;
  • la manutenzione straordinaria degli impianti di produzione di biossido di cloro, con l'installazione di sistemi di telecontrollo e l’attenzione verso le più aggiornate evidenze scientifiche in termini di microinquinanti di nuova generazione e delle relative modalità di trattamento.

Per quanto riguarda le acque reflue, invece, effettuiamo controlli mirati sugli scarichi industriali in rete fognaria e su tutta la filiera del trattamento depurativo: dall'ingresso dei reflui nell'impianto fino allo scarico finale nei fiumi o nel mare. 

Quest’attività consente la restituzione all'ambiente di un effluente che non alteri le caratteristiche chimiche, fisiche e biologiche dell'ambiente naturale. A vantaggio di un continuo miglioramento delle fonti superficiali e di protezione delle fonti sotterranee utilizzate a scopo idropotabile.

Vuoi sapere di più su qualità e controllo?

Nel controllo delle acque, in relazione alla loro diversa natura e al diverso grado di esposizione al rischio tossicologico e sanitario, i parametri analitici chimici, fisici e biologici normalmente monitorati sono quelli previsti dalla normativa vigente (D.Lgs. 31/2001 e s.m.i. per le acque destinate al consumo umano e D.Lgs. 152/99 e s.m.i. per le acque destinate alla potabilizzazione e per le acque reflue).  Accanto a questi tipi di parametri, effettuiamo anche verifiche periodiche di parametri non convenzionali.

Seguiamo inoltre protocolli di ricerca specifici per la determinazione di microinquinanti chimici organici e inorganici di nuova generazione (es. PFAS, LC Microcistina) e il monitoraggio sulla presenza di fibre d’amianto nell'acqua per evidenziare lo stato di conservazione delle condotte.

Un’altra attività fondamentale è il controllo analitico per verificare lo stato di qualità delle acque potabili distribuite a tutela della salute pubblica e degli scarichi di acque reflue a tutela dell’ambiente.

Queste analisi vengono eseguite con adeguata frequenza nel rispetto di programmi di campionamento definiti in un Piano di controllo annuale, dove sono descritti i criteri di impostazione, i punti di campionamento sottoposti a controllo, le tipologie di parametri analitici da ricercare e le relative frequenze.

Gli esiti più rappresentativi dell'attività di controllo sull’acqua potabile sono poi divulgati, in un'ottica di massima trasparenza, sui nostri canali di comunicazione come le Carte del Servizio, il sito internet e la bolletta dell’acqua.

Acqua potabile e acque minerali: il confronto

Spesso sentiamo dire che la qualità dell'acqua di rubinetto sia inferiore a quella dell'acqua in bottiglia. Per sfatare questo mito, abbiamo voluto mettere a confronto l'acqua Hera con i limiti di legge e le acque minerali. 

Nella tabella che trovate qui sotto, abbiamo inserito i parametri PH e cloruri per maggiore omogeneità e facilità di confronto con le etichette delle acque minerali in commercio.

Il risultato? I valori relativi alla nostra acqua sono sempre ampiamente contenuti nei limiti di legge e per quasi tutti i parametri considerati i valori medi sono confrontabili con quelli delle acque minerali in commercio. 

L'unica eccezione è rappresentata dai nitrati, i cui valori medi sono però dal 60% al 90% inferiori ai limiti di legge.

CONFRONTO QUALITATIVO TRA L'ACQUA DISTRIBUITA DA HERA E LE ACQUE MINERALI NATURALI IN COMMERCIO

  ACQUE MINERALI (MIN-MAX) LIMITI PER ACQUA DI RUBINETTO
D.LGS.31/2001
BOLOGNA FERRARA FORLÌ - CESENA MODENA PADOVA PESARO-URBINO RAVENNA RIMINI TRIESTE
pH 6,5-8,1 6,5-9,5 7,5 7,6 7,7 7,5 7,6 7,7 7,7 7,6 7,8
Durezza totale(°F) 1-88 50* 30 21 24 33 25 29 22 27 20
Residuo fisso a 180° (mg/l) 22-987 1.500* 441 356 369 564 310 399 404 441 248
Sodio (mg/l) 0,3-67 200 26 22 16 57 5 24 27 27 9
Fluoruri (mg/l) 0,03-1 1,5 < 0,10 < 0,10 < 0,10 < 0,10 < 0,10 0,2 < 0,10 < 0,10 < 0,10
Nitrati (mg/l) 1-9 50 7 6 6 15 14 6 5 9 7
Cloruri (mg/l) 0,2-80 250 34 29 20 91 9 30 35 35 14

* Valori consigliati

Confronto effettuato con i dati relativi a 28 acque minerali naturali in commercio pubblicati dalla rivista Altroconsumo (n. 184 di luglio/agosto 2005) (sarebbe il caso di aggiornare il dato). Per pH e cloruri sono stati utilizzati i dati indicati nelle etichette di nove acque minerali di larga commercializzazione. I dati relativi all'acqua Hera sono valori medi di 6.035 analisi effettuate secondo le frequenze e nei punti di prelievo lungo la rete di distribuzione, come previsto dal piano di controllo e sorveglianza del ciclo idrico.

Il valore pH esprime la misura del grado di acidità di una soluzione acquosa. È una grandezza che stabilisce se una sostanza è acida, neutra o basica, a seconda della concentrazione di ioni idrogeno presenti. È misurata su una scala da 0 a 14, in cui 7 indica che la sostanza è neutra. Valori di pH inferiori a 7 indicano che una sostanza è acida e gradi di pH superiori a 7 indicano che è basica.

La durezza indica la quantità di sali di calcio e magnesio presenti nell'acqua. Viene espressa in gradi francesi (°F), dove un grado rappresenta 10 mg di carbonato di calcio per litro di acqua. La durezza può influenzare il gusto dell'acqua ma non dà problemi di salute. In commercio esistono acque minerali anche più dure dell'acqua Hera.

Il residuo fisso si ottiene dopo aver fatto evaporare un litro d'acqua a una temperatura di 180° C. È il contenuto di sali minerali (sodio, potassio, calcio, magnesio, ecc.) disciolti nell'acqua e viene indicato in mg/l. Più è alto il valore del residuo fisso, maggiore è la concentrazione di sali minerali. Sotto i 500 mg/l l'acqua è classificata come oligominerale. In quasi tutti i casi l'acqua Hera è classificabile come un'acqua oligominerale.

Il sodio indica la quantità di sale comune presente nell'acqua. Anche in questo caso, l'acqua Hera è comparabile alle acque in commercio. I valori di sodio contenuti nell'acqua sono in genere irrilevanti: ad esempio bere un litro d'acqua del rubinetto equivale a mangiare poco più di mezzo cracker.

I fluoruri indicano la quantità di fluoro presente nell'acqua. L'acqua Hera è comparabile con le acque minerali in commercio.

I nitrati sono considerati sostanze nocive. Sono quelle sostanze che giungono nelle falde acquifere attraverso i terreni a causa della concimazione (con sostanze chimiche ma anche con i fertilizzanti naturali) sistematica e intensiva dei suoli coltivati e dalle attività industriali.

I cloruri sono sali importanti per l'organismo umano, se presenti in concentrazioni eccessive possono modificare il sapore dell'acqua, e se associati a valori di pH acido, favoriscono la corrosione dei metalli nelle reti di acquedotto.

Acqua del rubinetto: una scelta sostenibile e conveniente

Il consumo di acqua minerale è un trend in forte crescita nel mondo. Pensate che l'Italia si trova al primo posto per consumo pro-capite, con 192 litri di acqua consumati nel 2006*.

Bere l’acqua del rubinetto, però, ha dei notevoli vantaggi.

Oltre a ridurre gli impatti ambientali causati dal trasporto dell'acqua in bottiglia su lunghe distanze, scegliere l’acqua del rubinetto ti fa risparmiare.

Considerando un consumo medio di 1.000 litri all'anno per una famiglia di tre persone e il prezzo medio di 25 centesimi per litro di alcune acque minerali naturali in commercio, la spesa per l'acqua minerale è di circa 250 euro all'anno. La spesa per la stessa quantità di acqua proveniente dall'acquedotto sarebbe invece di solo 1 euro all'anno. 

In Buone acque

Come posso conoscere la qualità della mia acqua e del Servizio Idrico Integrato? Te lo raccontiamo nel nostro report In buone acque, in cui raccogliamo tutte le informazioni utili a conoscere da vicino un servizio di primaria importanza e che certifica che l'acqua di rubinetto è buona, sicura ed economica. 

Il report In buone acque si aggiunge agli altri strumenti messi a punto per informare i nostri cittadini in modo costante ed esauriente sulla qualità dell’acqua e del relativo servizio.

La qualità dell'acqua nei nostri territori

In questa sezione sono disponibili i dati medi relativi ai parametri previsti dalla normativa. Le analisi chimiche sull’acqua potabile sono effettuate con regolarità su tutto il territorio. 

Al fine di assicurare la massima trasparenza, qui puoi consultare i report semestrali con i dati medi di ciascun comune.

Dati anno 2020 - I semestre


Bologna - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentraz. ioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Alto Reno - loc. Porretta Terme 96 79 < 0,02 < 1 31 0,1 7 7,4 204 10 < 0,10 5 7 1 < 0,02 < 1 216 4 10
Anzola dell'Emilia 224 183 < 0,02 < 1 69 0,2 32 7,3 546 23 < 0,10 13 < 5 6 < 0,02 2 317 21 54
Argelato 393 322 < 0,02 < 1 109 0,1 20 7,2 769 37 < 0,10 23 < 5 4 < 0,02 2 439 29 67
Baricella1 376 313 0,04 < 1 101 0,1 23 7,2 807 35 < 0,10 22 < 5 5 < 0,02 2 469 27 74
Bentivoglio 331 272 < 0,02 < 1 96 0,1 28 7,3 726 31 < 0,10 19 16 5 < 0,02 3 392 26 67
Bologna 232 191 0,02 < 1 77 0,2 27 7,5 558 26 < 0,10 14 < 5 4 < 0,02 2 378 21 51
Budrio 337 276 0,03 < 1 105 0,2 28 7,2 830 35 < 0,10 21 6 12 < 0,02 2 471 28 110
Calderara di Reno 301 247 0,02 < 1 84 0,2 25 7,2 669 28 < 0,10 18 < 5 4 < 0,02 2 360 26 56
Camugnano 130 106 0,02 < 1 42 0,2 4 7,8 285 14 < 0,10 9 < 5 2 < 0,02 < 1 252 2 17
Casalecchio di Reno 144 118 0,03 < 1 50 0,1 20 7,5 412 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 2 284 15 32
Castel d'Aiano 422 346 0,03 < 1 147 0,3 36 7,3 844 41 < 0,10 11 < 5 6 < 0,02 < 1 424 24 16
Castel di Casio 98 80 < 0,02 < 1 32 0,3 7 7,4 211 10 < 0,10 5 < 5 1 < 0,02 < 1 211 4 9
Castel Maggiore 333 273 0,02 < 1 96 0,1 23 7,3 719 32 < 0,10 20 6 4 < 0,02 2 371 25 67
Castello d'Argile 390 320 < 0,02 < 1 105 0,2 19 7,2 772 36 < 0,10 23 < 5 3 < 0,02 3 473 28 71
Castenaso 233 199 0,04 < 1 75 0,1 24 7,8 630 24 < 0,10 14 < 5 3 < 0,02 2 412 20 53
Castiglione dei Pepoli 118 97 0,02 < 1 36 0,2 5 7,5 266 13 < 0,10 9 < 5 2 < 0,02 < 1 199 4 16
Gaggio Montano 101 83 0,02 < 1 31 0,4 8 7,5 220 10 < 0,10 5 < 5 1 < 0,02 < 1 169 5 9
Galliera 337 276 0,02 < 1 96 0,1 29 7,2 743 31 < 0,10 19 < 5 6 < 0,02 2 435 25 72
Granarolo dell'Emilia 264 216 < 0,02 < 1 86 0,1 27 7,2 618 28 < 0,10 16 < 5 4 < 0,02 2 367 25 56
Grizzana Morandi 161 132 0,02 < 1 58 0,2 24 7,7 451 19 < 0,10 10 < 5 2 < 0,02 2 316 19 41
Loiano 134 110 0,03 < 1 49 0,4 19 7,5 378 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 2 297 14 33
Malalbergo 295 242 < 0,02 < 1 97 0,1 26 7,2 673 32 < 0,10 20 < 5 5 < 0,02 2 381 26 64
Marzabotto 174 142 0,03 < 1 58 0,3 25 7,4 447 19 < 0,10 10 < 5 2 < 0,02 2 295 17 37
Minerbio 219 203 < 0,02 < 1 72 0,1 24 7,2 551 24 < 0,10 14 < 5 3 < 0,02 2 331 19 48
Molinella 326 268 < 0,02 < 1 100 0,1 27 7,3 757 33 < 0,10 20 < 5 8 < 0,02 2 442 27 74
Monghidoro 190 155 < 0,02 < 1 56 0,4 7 7,8 349 17 < 0,10 8 < 5 2 < 0,02 < 1 259 6 15
Monte San Pietro 191 157 < 0,02 < 1 62 0,3 23 7,3 485 20 < 0,10 11 < 5 3 < 0,02 2 304 18 37
Monterenzio 331 271 0,02 < 1 128 0,2 35 7,3 912 42 < 0,10 24 9 22 < 0,02 3 499 35 149
Monzuno 138 113 < 0,02 < 1 53 0,3 26 7,5 419 18 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 243 18 39
Ozzano dell'Emilia 348 285 0,03 < 1 129 0,2 36 7,2 956 43 < 0,10 25 17 24 < 0,02 3 564 37 156
Pianoro 140 115 < 0,02 < 1 50 0,2 19 7,5 433 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 2 312 14 29
Pieve di Cento 286 234 < 0,02 < 1 86 0,1 28 7,3 653 29 0,14 17 < 5 5 < 0,02 2 411 23 65
Sala Bolognese 396 325 < 0,02 < 1 106 0,1 18 7,3 783 36 < 0,10 23 13 3 < 0,02 2 458 28 68
San Benedetto Val di sambro 139 114 < 0,02 < 1 49 0,3 18 7,4 375 15 < 0,10 8 < 5 1 < 0,02 2 299 14 26
San Giorgio di Piano 369 302 < 0,02 < 1 102 0,1 22 7,3 765 35 < 0,10 22 < 5 5 < 0,02 2 392 24 72
San Giovanni in Persiceto 370 303 0,02 < 1 95 0,2 19 7,4 779 36 0,12 28 < 5 12 < 0,02 2 506 30 70
San Lazzaro di Savena 305 250 < 0,02 < 1 93 0,2 24 7,2 692 31 < 0,10 18 < 5 4 < 0,02 2 376 26 61
San Pietro in Casale 295 241 0,02 < 1 93 0,1 25 7,3 674 31 < 0,10 19 < 5 4 < 0,02 2 364 24 68
Sasso Marconi 133 109 0,02 < 1 50 0,1 19 7,4 399 16 < 0,10 8 < 5 1 < 0,02 2 308 15 28
Valsamoggia 243 199 < 0,02 < 1 82 0,3 20 7,5 536 26 < 0,10 13 < 5 3 < 0,02 2 312 17 33
Vergato 359 294 < 0,02 < 1 101 0,3 9 7,6 704 36 0,21 27 < 5 2 < 0,02 2 412 14 69
Zola Predosa 138 113 < 0,02 < 1 55 0,1 20 7,7 432 18 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 313 17 35
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)

1Dati relativi al II semestre 2019

Vai all'archivio


Ferrara - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentrazioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Argenta 159 131 < 0,02 1 55 0,1 30 7,7 475 18 < 0,10 12 < 5 7 < 0,02 3 341 22 36
Bondeno 226 185 < 0,02 < 1 67 0,1 42 7,4 500 23 0,11 15 < 5 3 < 0,02 3 304 16 32
Cento 203 166 < 0,02 < 1 59 0,2 26 7,5 484 20 0,11 13 < 5 4 < 0,02 2 327 19 38
Ferrara 174 143 0,02 1 54 0,2 28 7,5 456 18 < 0,10 12 < 5 8 < 0,02 3 291 21 33
Masi Torello 192 157 < 0,02 2 63 0,2 70 7,5 586 21 0,10 14 < 5 8 < 0,02 2 329 42 27
Poggio Renatico 264 226 0,02 < 1 85 0,04 29 7,4 640 28 < 0,10 17 < 5 5 < 0,02 2 341 23 64
Portomaggiore 152 125 < 0,02 1 50 0,1 33 7,7 461 17 < 0,10 11 < 5 8 < 0,02 2 315 19 38
Terre del Reno 169 139 0,03 1 52 0,1 29 7,7 465 18 < 0,10 11 < 5 7 < 0,02 3 295 20 33
Vigarano Mainarda 157 128 < 0,02 1 54 0,2 28 7,6 449 18 0,11 11 < 5 9 < 0,02 3 282 19 37
Voghiera 163 134 0,02 1 51 0,2 29 7,6 461 17 < 0,10 11 < 5 7 < 0,02 3 326 19 34
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio


Forlì-Cesena - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentrazioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Bagno di Romagna 202 166 < 0,02 < 1 55 0,2 12 7,4 454 18 0,12 11 < 5 2 < 0,02 2 293 20 23
Bertinoro 173 142 < 0,02 < 1 33 0,1 8 7,7 350 11 < 0,10 6 < 5 1 < 0,02 1 241 4 20
Borghi 173 142 < 0,02 < 1 50 0,1 9 7,7 374 16 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 1 301 7 18
Castrocaro terme e Terra del sole 214 176 < 0,02 < 1 56 0,1 9 7,5 431 19 < 0,10 13 < 5 2 < 0,02 2 277 9 31
Cesena 188 154 0,02 < 1 60 0,1 12 7,8 415 20 < 0,10 12 < 5 3 < 0,02 2 268 9 28
Cesenatico 157 129 < 0,02 < 1 48 0,04 8 7,7 356 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 262 6 17
Civitella di Romagna 179 146 < 0,02 < 1 52 0,1 7 7,8 373 17 < 0,10 11 < 5 1 < 0,02 2 287 6 21
Dovadola 279 229 < 0,02 < 1 75 0,1 9 7,6 576 27 0,14 21 < 5 1 < 0,02 2 560 15 54
Forlì 178 146 < 0,02 < 1 55 0,1 12 7,7 386 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 2 264 8 23
Forlimpopoli 178 146 0,03 < 1 54 0,1 8 7,8 356 18 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 306 7 19
Galeata 197 162 < 0,02 < 1 57 0,02 7 7,8 397 19 < 0,10 12 < 5 1 < 0,02 2 277 7 24
Gambettola 189 155 0,02 < 1 54 0,1 10 7,6 401 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 1 287 8 27
Gatteo 186 153 < 0,02 < 1 54 0,1 10 7,8 414 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 1 301 10 25
Longiano 178 146 0,02 < 1 52 0,1 8 7,8 359 17 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 258 8 20
Meldola 155 127 < 0,02 < 1 51 0,2 8 7,7 343 17 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 223 6 18
Mercato Saraceno 222 182 0,02 < 1 68 0,1 45 7,6 621 25 0,11 19 < 5 1 < 0,02 2 401 33 62
Modigliana 335 274 < 0,02 < 1 93 0,2 9 7,6 673 34 0,14 27 < 5 2 < 0,02 3 499 13 75
Montiano 179 147 0,02 < 1 54 0,03 9 7,7 363 18 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 248 8 23
Portico e San Benedetto 285 233 < 0,02 < 1 67 0,2 7 7,7 539 25 0,12 21 < 5 1 < 0,02 2 385 12 35
Predappio 278 228 < 0,02 < 1 70 0,2 8 7,5 558 26 0,13 21 < 5 1 < 0,02 2 397 15 47
Premilcuore 280 229 0,02 < 1 67 0,2 8 7,4 546 25 0,13 21 < 5 1 < 0,02 2 391 15 43
Rocca San Casciano 288 236 < 0,02 < 1 77 0,2 9 7,4 596 28 0,15 22 < 5 2 < 0,02 2 360 16 60
Roncofreddo 156 128 < 0,02 < 1 51 0,1 8 7,8 355 17 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 281 6 18
San Mauro Pascoli 200 164 < 0,02 < 1 59 0,1 14 7,6 503 20 0,15 13 < 5 2 < 0,02 2 267 15 39
Santa Sofia 179 147 0,04 < 1 51 0,1 7 8,0 363 17 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 1 205 7 19
Sarsina 435 357 0,03 < 1 100 0,1 9 7,4 786 40 0,15 36 < 5 1 < 0,02 3 507 17 49
Savignano sul Rubicone 159 130 0,03 < 1 56 0,1 9 7,8 388 18 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 253 15 26
Sogliano al Rubicone 250 214 0,02 < 1 90 0,1 15 7,6 613 30 0,11 17 < 5 9 < 0,02 2 355 13 66
Tredozio 329 270 0,02 < 1 85 0,3 6 7,4 639 32 0,13 25 < 5 1 < 0,02 2 354 8 57
Verghereto 169 138 < 0,02 < 1 55 0,2 5 7,8 308 16 < 0,10 4 < 5 4 < 0,02 < 1 225 5 7
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio


Imola-Faenza - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentraz. ioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Bagnara di Romagna 162 133 0,03 < 1 54 0,1 35 7,3 482 20 0,17 16 < 5 2 < 0,02 3 318 22 43
Borgo Tossignano 192 157 0,03 < 1 53 0,1 28 7,8 493 20 < 0,10 16 < 5 1 < 0,02 2 341 19 41
Brisighella 234 192 < 0,02 < 1 58 0,1 9 7,7 486 22 < 0,10 18 < 5 1 < 0,02 2 327 13 37
Casalfiumanese 188 154 0,03 < 1 57 0,2 27 7,6 506 21 < 0,10 17 < 5 1 < 0,02 2 320 19 40
Casola Valsenio 289 237 < 0,02 < 1 68 0,2 9 8,0 601 29 0,14 29 < 5 1 < 0,02 3 381 18 69
Castel Bolognese 536 439 0,02 < 1 146 0,1 53 7,2 1187 55 0,14 44 < 5 14 < 0,02 4 611 42 112
Castel Del Rio 332 272 0,03 < 1 86 0,2 8 7,6 648 33 0,11 27 < 5 1 < 0,02 2 413 12 52
Castel Guelfo di Bologna 180 147 0,04 < 1 55 0,2 35 7,3 500 20 < 0,10 15 < 5 2 < 0,02 2 345 20 53
Castel San Pietro Terme 173 142 < 0,02 < 1 55 0,2 36 7,5 498 20 < 0,10 16 < 5 2 < 0,02 3 333 22 43
Conselice 169 138 0,03 < 1 52 0,1 35 7,4 497 19 < 0,10 15 < 5 2 < 0,02 2 346 20 43
Dozza 354 290 0,03 < 1 107 0,2 45 7,4 785 33 0,19 16 < 5 11 < 0,02 2 430 34 36
Faenza 175 143 < 0,02 < 1 50 0,1 8 7,7 361 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 243 7 19
Firenzuola 106 87 < 0,02 < 1 28 0,1 5 7,7 196 9 < 0,10 5 < 5 2 < 0,02 < 1 178 5 6
Fontanelice 193 158 0,02 < 1 55 0,2 28 7,4 493 21 < 0,10 17 < 5 1 < 0,02 2 343 20 40
Imola 412 337 0,02 < 1 126 0,1 55 7,2 994 44 < 0,10 30 < 5 35 < 0,02 4 456 39 80
Marradi 240 191 0,03 < 1 58 0,1 9 7,6 468 21 < 0,10 17 < 5 1 < 0,02 2 296 11 31
Massa Lombarda 435 357 < 0,02 < 1 86 0,1 34 7,4 793 33 0,21 28 < 5 2 < 0,02 2 472 42 24
Medicina 219 180 0,04 < 1 75 0,1 33 7,3 606 27 < 0,10 18 < 5 5 < 0,02 3 380 25 60
Mordano 172 141 0,06 < 1 54 0,1 34 7,4 494 20 0,13 15 < 5 2 < 0,02 3 348 20 46
Palazzuolo sul Senio 321 263 0,03 < 1 77 0,2 5 7,8 570 29 < 0,10 23 < 5 1 < 0,02 2 381 9 34
Riolo Terme 535 438 0,03 < 1 145 0,1 53 7,4 1172 54 0,13 43 < 5 15 < 0,02 4 620 42 118
Sant'Agata sul Santerno 159 130 < 0,02 < 1 51 0,2 34 7,4 480 19 < 0,10 15 < 5 2 < 0,02 2 305 19 42
Solarolo 457 382 < 0,02 < 1 84 0,1 195 7,7 1323 34 0,24 33 < 5 7 < 0,02 8 655 139 4
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio


Modena - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentraz. ioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Castelfranco Emilia 258 211 < 0,02 < 1 81 0,2 14 7,4 550 26 < 0,10 14 < 5 22 < 0,02 2 270 13 32
Castelnuovo Rangone 256 210 < 0,02 < 1 81 0,2 15 7,4 540 26 < 0,10 14 < 5 13 < 0,02 2 328 14 28
Castelvetro di Modena 304 249 < 0,02 < 1 100 0,1 39 7,4 704 32 < 0,10 16 < 5 22 < 0,02 2 413 26 39
Fiorano Modenese 269 220 0,04 < 1 140.5 0,1 155 7,5 1328 44 < 0,10 21 < 5 25 < 0,02 3 399 93 202
Formigine 292 239 < 0,02 < 1 163 0,1 151 7,6 1297 51 < 0,10 24 < 5 23 < 0,02 3 892 112 191
Frassinoro 229 197 0,02 < 1 64 0,2 2 7,6 444 20 < 0,10 8 < 5 1 < 0,02 < 1 325 8 19
Guiglia 460 377 < 0,02 < 1 112 0,3 19 7,5 814 43 0,46 35 < 5 1 < 0,02 2 468 13 38
Lama Mocogno 65 53 < 0,02 < 1 25 0,3 1 7,8 160 8 < 0,10 3 < 5 1 < 0,02 < 1 181 2 5
Maranello 280 229 0,02 < 1 137 0,1 127 7,5 1078 43 < 0,10 20 < 5 26 < 0,02 3 688 83 157
Marano sul Panaro 328 269 < 0,02 < 1 91 0,2 16 7,6 632 30 0,17 17 < 5 6 < 0,02 4 361 15 32
Modena 218 178 < 0,02 < 1 119 0,1 144 7,4 1155 37 < 0,10 17 < 5 17 < 0,02 2 640 85 181
Montecreto 124 102 < 0,02 < 1 35 0,2 3 7,3 239 12 < 0,10 8 < 5 1 < 0,02 < 1 202 2 13
Montefiorino 63 55 < 0,02 < 1 19 0,3 2 7,6 142 6 < 0,10 2 < 5 1 < 0,02 < 1 147 3 4
Palagano 136 112 < 0,02 < 1 42 0,3 2 7,7 275 12 < 0,10 4 < 5 1 < 0,02 < 1 235 4 9
Pavullo nel Frignano 89 73 0,02 < 1 27 0,1 3 7,6 171 8 < 0,10 3 < 5 1 < 0,02 < 1 181 2 7
Pievepelago 144 118 0,02 < 1 49 0,04 2 7,6 260 12 < 0,10 2 < 5 1 < 0,02 < 1 173 3 3
Polinago 78 64 < 0,02 < 1 24 0,2 2 7,7 146 7 < 0,10 2 < 5 1 < 0,02 < 1 149 2 5
Prignano sulla Secchia 136 112 < 0,02 < 1 40 0,1 5 7,7 268 12 < 0,10 4 < 5 2 < 0,02 < 1 162 4 12
San Cesario sul Panaro 205 168 0,04 < 1 46 0,2 12 7,6 427 14 < 0,10 6 < 5 4 < 0,02 1 254 7 39
Sassuolo 224 184 0,02 < 1 133 0,1 151 7,2 1215 41 < 0,10 18 < 5 14 < 0,02 3 655 94 207
Savignano sul Panaro 301 246 0,07 < 1 99 0,3 19 7,3 671 32 < 0,10 17 < 5 15 < 0,02 3 382 17 50
Serramazzoni 199 163 < 0,02 < 1 54 0,1 6 7,6 369 16 < 0,10 6 < 5 2 < 0,02 < 1 199 5 17
Sestola 120 98 0,04 < 1 37 0,3 2 7,7 248 12 < 0,10 6 < 5 1 < 0,02 < 1 228 2 11
Spilamberto 235 192 0,02 < 1 65 0,1 13 7,6 443 21 < 0,10 11 < 5 12 < 0,02 2 319 11 26
Vignola 372 305 0,02 < 1 112 0,2 25 7,2 798 37 < 0,10 22 < 5 16 < 0,02 3 470 22 60
Zocca 399 327 < 0,02 < 1 112 0,3 10 7,2 665 34 0,19 16 < 5 6 < 0,02 < 1 360 6 13
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio


Ravenna - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentraz. ioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Alfonsine 159 130 < 0,02 < 1 54 0,1 24 7,6 446 19 < 0,10 12 < 5 4 < 0,02 3 328 18 30
Bagnacavallo 140 120 < 0,02 < 1 51 0,1 28 7,8 463 18 < 0,10 11 < 5 5 < 0,02 3 343 20 34
Cervia 149 123 0,02 < 1 53 0,1 9 8,2 364 17 < 0,10 10 < 5 2 < 0,02 1 300 7 20
Cotignola 158 130 < 0,02 < 1 50 0,2 8 7,6 361 17 < 0,10 11 < 5 1 < 0,02 2 246 10 19
Fusignano 165 140 < 0,02 < 1 53 0,1 26 7,9 467 18 < 0,10 12 < 5 4 < 0,02 3 331 19 34
Lugo 159 131 < 0,02 < 1 53 0,1 8 7,6 352 17 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 281 7 19
Ravenna 192 158 0,04 < 1 56 0,1 30 7,7 511 19 < 0,10 13 < 5 4 < 0,02 4 319 22 38
Russi 150 123 0,02 < 1 58 0,1 38 7,7 502 21 < 0,10 16 < 5 6 < 0,02 3 338 27 40
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio


Rimini - Anno 2020 I semestre

Comune Alcalinità da bicarbonati: mg/L
(N.P.) 
Alcalinità totale: mg/L
(N.P.) 
Ammonio
mg/L
(0,50) 
Arsenico: µg/L
(10) 
Calcio mg/L
(N.P.) 

Cloro residuo libero mg/L:

('0,2**) 

Cloruro
mg/L
(250) 
Concentraz. ioni idrogeno (pH)
(= 6,5 e = 9,5) 
Conduttività: µS/cm a 20°C
(2500) 
Durezza
°F
(50*) 
Fluoruro
mg/L
(1,50) 
Magnesio mg/L
(N.P.) 
Manganese: µg/L
(50) 
Nitrato (NO2-)
mg/L:
(50) 
Nitrito (NO2)
mg/L:
(0,50) 
Potassio mg/L
(N.P.) 
Residuo secco a 180° C
mg/L
(1500*) 
Sodio
mg/L
(200) 
Solfato mg/L
(250) 
Bellaria-Igea Marina 155 127 < 0,02 < 1 52 0,1 9 7,6 352 17 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 2 241 6 22
Casteldelci 176 154 < 0,02 < 1 55 0,2 5 8,0 345 16 < 0,10 5 < 5 3 < 0,02 < 1 229 4 6
Cattolica 282 231 0,03 < 1 81 0,1 49 7,2 733 28 0,11 20 < 5 18 < 0,02 3 440 34 42
Coriano 156 128 < 0,02 < 1 50 0,1 9 7,6 349 16 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 273 7 21
Gemmano 285 233 < 0,02 < 1 66 0,1 9 8,0 511 22 0,14 14 < 5 2 < 0,02 1 351 18 21
Misano Adriatico 221 181 0,03 < 1 65 0,05 26 7,4 530 22 < 0,10 14 < 5 5 < 0,02 2 332 20 33
Mondaino 171 140 < 0,02 < 1 52 0,2 9 7,8 347 17 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 317 7 17
Montefiore Conca 255 209 < 0,02 < 1 69 0,1 21 7,8 567 24 0,11 15 < 5 1 < 0,02 2 399 22 48
Montegridolfo 161 132 < 0,02 < 1 53 0,1 9 7,9 348 17 < 0,10 9 < 5 1 < 0,02 1 309 7 17
Montescudo - Monte Colombo 261 214 0,02 < 1 65 0,1 12 7,8 518 22 0,13 14 < 5 2 < 0,02 2 361 17 32
Morciano di Romagna 214 176 < 0,02 < 1 61 0,1 16 7,6 473 21 < 0,10 13 < 5 3 < 0,02 2 338 16 40
Novafeltria 211 173 < 0,02 < 1 59 0,2 7 7,7 406 18 < 0,10 8 < 5 3 < 0,02 1 277 8 15
Pennabilli 248 204 < 0,02 < 1 65 0,1 5 7,8 425 21 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 < 1 347 5 9
Poggio Torriana 165 135 0,02 < 1 52 0,1 8 7,5 353 17 < 0,10 10 < 5 1 < 0,02 1 224 9 18
Riccione 176 153 < 0,02 < 1 56 0,1 13 7,7 423 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 2 284 11 25
Rimini 220 181 < 0,02 < 1 66 0,1 14 7,4 508 22 < 0,10 13 < 5 5 < 0,02 2 325 17 53
Saludecio 186 152 0,02 < 1 55 0,2 10 7,6 386 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 1 307 8 21
San Clemente 237 195 0,02 < 1 71 0,1 15 7,6 518 24 0,12 15 < 5 2 < 0,02 2 331 19 45
San Giovanni in Marignano 168 138 < 0,02 < 1 54 0,1 9 7,7 382 18 < 0,10 11 < 5 2 < 0,02 1 287 7 21
San Leo 180 148 0,02 < 1 56 0,2 19 7,7 493 18 < 0,10 11 < 5 6 < 0,02 2 279 17 38
Sant'Agata Feltria 191 162 0,02 < 1 62 0,2 8 8,0 387 18 < 0,10 6 < 5 2 < 0,02 2 227 9 18
Santarcangelo di Romagna 201 165 0,02 < 1 96 0,1 11 7,4 455 35 < 0,10 26 < 5 2 < 0,02 5 288 52 47
Talamello 306 251 0,03 < 1 94 0,1 14 7,8 651 31 < 0,10 18 < 5 3 < 0,02 2 423 18 42
Verucchio 182 149 0,02 < 1 57 0,1 12 7,5 392 18 < 0,10 10 < 5 3 < 0,02 2 275 8 24
* Valori massimi consigliati ** Valore consigliato (se impiegato)


Vai all'archivio

Che acqua bevi 2

Glossario


L’alcalinità rappresenta la capacità dell’acqua di reagire con gli ioni idrogeno ed esprime, nella pratica, il grado di resistenza dell’acqua alle variazioni indotte del pH. Nelle acque naturali l’alcalinità svolge una funzione tampone nei confronti delle variazioni del pH provocate dall’attività fotosintetica e da scarichi di vario tipo come soluzioni acide o basiche. L’alcalinità è dovuta principalmente agli ioni carbonato (CO3--), e bicarbonato (HCO3-) e, se il pH è elevato, agli ioni ossidrili. Carbonati, bicarbonati e anidride carbonica che forma l'acido carbonico, sono in equilibrio tra loro in funzione del pH dell'acqua. Al crescere dell’alcalinità diminuisce l’aggressività di un’acqua ovvero la sua capacità di produrre fenomeni corrosivi. Tale fenomeno è dovuto alla diminuzione della concentrazione dell’anidride carbonica libera. Può essere espressa in termini di concentrazione dello ione bicarbonato (carbonato acido). In un'acqua con pH=7 ad esempio si ha circa il 20% di anidride carbonica e circa l’80% di bicarbonati mentre i carbonati sono praticamente assenti. Un'acqua dura con un elevato contenuto di bicarbonato, se scaldata, causa depositi incrostanti (ad esempio negli impianti di riscaldamento e negli elettrodomestici). 

Può essere espressa in termini di concentrazione dello ione bicarbonato (carbonato acido).


La presenza di questo elemento nelle acque può avere origine da deiezioni umane o animali e può derivare dai fertilizzanti usati in agricoltura. Può essere anche dovuto a fattori geologici, come la degradazione di materiale in via di fossilizzazione (es.: resti di piante, giacimenti di torba, ecc.). Viene biodegradato nell’ambiente ed è correlato a nitrati e nitriti. Si esprime in mg/L. Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore massimo di 0,50 mg/L.


E’ un elemento chimico distribuito nella crosta terrestre, i cui composti trovano applicazione come pesticidi, erbicidi ed insetticidi.

Al pari degli altri elementi chimici presenti in natura, si trova nei corpi idrici a causa del naturale fenomeno di erosione e solubilizzazione delle rocce provocato dall’acqua piovana che percola nel terreno e raggiunge la falda. La presenza di Arsenico nelle acque in diverse regioni italiane è dovuta a fenomeni naturali legati alla geologia dei suoli e i valori più alti si trovano in zone minerarie per effetto della somma di fattori ambientali e antropici.

I composti dell'arsenico sono per l'uomo fortemente tossici , motivo per cui il limite di legge del parametro per l’acqua potabile è stato fissato il valore di 10µg/L.


Elemento chimico presente in grande abbondanza nella crosta terrestre, la sua concentrazione in acqua dipende dal tipo di terreno attraversato. La normativa non prevede alcun valore limite.


All’interno dell’acquedotto, viene immessa una certa quantità di cloro avente un'importante funzione di disinfezione (distruzione dei microrganismi patogeni).

La misurazione di cloro residuo, per il quale la normativa prevede un valore minimo consigliato, si riferisce alla quantità rimasta nelle acque al termine dell’azione igienizzante.

Oltre un certo livello (anche entro il limite di legge consigliato pari a 0,2 mg/L), la presenza di cloro residuo può conferire all’acqua un sapore e un odore caratteristici. 


Nella forma più nota è combinato con il sodio (cloruro di sodio o sale da cucina), presente sulla crosta terrestre e in gran quantità nell’acqua del mare. E’ un sale che proviene dal naturale processo di dissoluzione dei minerali costituenti le rocce ed i suoli attraversati dall'acqua di origine piovana. Quest'acqua è povera di sostanze disciolte ma possiede un'azione "aggressiva" a causa dell'anidride carbonica raccolta dall'aria. Un suo aumento in certi periodi stagionali può derivare dall'uso del sale utilizzato per sciogliere il ghiaccio sulle strade. 

Il cloruro aumenta la conducibilità elettrica delle acque e conseguentemente il residuo secco. Concentrazioni eccessive di cloruri in un'acqua, soprattutto se associati a valori di pH acido, accelerano la corrosione dei metalli nelle reti di acquedotto. Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore di parametro di 250 mg/L.


Nell'acqua sono contenute piccole quantità di ioni idrogeno (H+). Il valore pH è correlato alla concentrazione di questi ioni nella soluzione acquosa: una soluzione neutra ha  pH = 7, una soluzione basica ha  pH > 7, una soluzione acida ha  pH < 7.

Un valore di pH molto più basso o più alto dell'intervallo consentito può indicare un inquinamento rispettivamente da acidi o da basi forti. Valori acidi di pH (< 7) possono essere dovuti ad anidride carbonica libera presente nell’acqua, mentre valori alcalini (pH > 7) alla presenza di bicarbonati. Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) sono previsti valori  compresi tra 6,5 e 9,5 unità di pH.


La conducibilità elettrica è la proprietà fisica di una sostanza (conduttore) ad essere percorsa da una corrente elettrica. Tanto più elevata è la concentrazione degli ioni, tanto maggiore sarà la conducibilità.

La conduttività indica quindi il grado di mineralizzazione dell'acqua: se il valore è elevato si tratta di un'acqua ricca di sali, se è basso si tratta di un'acqua povera di minerali. Tale grandezza pertanto può essere correlata con il residuo secco. Siccome la conducibilità dipende anche dalla temperatura, viene fissato un valore convenzionale di riferimento a 20°C.


Con il termine durezza si fa riferimento al contenuto nell’acqua di ioni calcio e magnesio (metalli alcalino terrosi). Si esprime in gradi francesi °F: un grado francese equivale a 10 mg/L di carbonato di calcio e a 0,56°D (gradi tedeschi). 

Le acque sono classificate in base al grado di durezza in: 

  1. dolce: grado di durezza inferiore a 10°F 
  2. moderatamente dura: grado di durezza tra 10 e 20°F 
  3. dura: grado di durezza tra 20 e 30°F 
  4. molto dura: grado di durezza oltre 30°F 

In relazione al pH e all'alcalinità un'acqua molto dura può provocare incrostazioni calcaree nelle tubazioni negli impianti di riscaldamento e negli elettrodomestici e richiede nel lavaggio della biancheria un consumo maggiore di detersivi; un'acqua molto dolce (<10°F) potrebbe invece risultare corrosiva per le tubazioni metalliche.

Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore consigliato tra i 15 e i 50 °F.


Si tratta di composti chimici contenenti fluoro la cui origine è solitamente naturale (rocce vulcaniche). A basse concentrazioni presenta effetti protettivi verso la carie dentale, specialmente nei bambini. 

Tuttavia concentrazioni elevate, se ingerite per lungo tempo, possono causare effetti negativi a carico dei denti e delle ossa. Si esprime in mg/L. Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore massimo di 1,50 mg/L.

 


Elemento chimico presente in grande abbondanza nella crosta terrestre, la sua concentrazione in acqua dipende dal tipo di terreno attraversato. La normativa non prevede alcun valore limite.


Elemento chimico assai diffuso in natura, è un oligonutriente, assunto quotidianamente attraverso una corretta dieta alimentare. Nelle acque se ne accettano basse concentrazioni perché ne altera alcune caratteristiche, quale ad esempio il colore. La sua presenza nell’acqua potabile, parimenti a quella del ferro, può comportare fenomeni di acqua scura; un'acqua con queste caratteristiche non presenta, in generale, rischi sanitari, tuttavia le caratteristiche organolettiche risultano sgradevoli. Il valore di parametro è di 50 µg/L.


Nitrato e nitrito possono essere prodotti in natura da processi ossidativi dello ione ammonio oppure da fenomeni conseguenti all'impiego dei fertilizzanti azotati in agricoltura. Lo ione nitrato può essere presente come componente di sali molto solubili impiegati come fertilizzanti, pertanto può passare velocemente nelle acque sotterranee per dilavamento del suolo agricolo. Si esprimono entrambi in mg/L.
Lo ione nitrato può essere presente come componente di sali molto solubili impiegati come fertilizzanti, pertanto può passare velocemente nelle acque sotterranee per dilavamento del suolo agricolo.

Il nitrito trova applicazione nell’industria agroalimentare dove è impiegato, in quantità controllate, come conservante.

Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) sono previsti valori massimi rispettivamente di 0,50 mg/L per i nitriti e di 50 mg/L per i nitrati.


È un metallo alcalino molto importante per l'organismo umano; non è previsto alcun limite di legge.


E' il contenuto di sali minerali, espresso in mg, ottenuti evaporando a 180°C un litro di acqua. 

Il residuo secco è un parametro utilizzato per classificare le acque minerali nelle diverse tipologie disponibili in commercio, ossia:

Minimamente mineralizzate: fino a 50 mg/L

Oligominerali (o leggermente mineralizzate): fino a 500 mg/L

Mediamente mineralizzate: fra 501 e 1500 mg/L

Ricche di sali minerali: oltre 1500 mg/L

Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) non è previsto un valore limite, ma solo un valore massimo consigliato di 1500 mg/L.


Lo si ingerisce abbondantemente con i cibi sottoforma di comune sale da cucina. Nella normativa vigente sulle acque potabili (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valori di parametro di 200 mg/L.


E' un anione ampiamente diffuso in natura. Viene utilizzato in agricoltura come fertilizzante. La sua presenza in elevate quantità conferisce all’acqua un sapore sgradevole e leggermente amaro. 

Inoltre la presenza in eccesso può contribuire alla corrosione dei sistemi di distribuzione. 

Nella normativa vigente (D.lgs.n.31/2001) è previsto un valore di parametro di 250 mg/L.

Pre-Footer Standard

Hera


Sede legale Hera SpA
Viale Carlo Berti Pichat 2/4
40127 Bologna

Tel. 051 287111
Fax 051 287525
PEC heraspa@pec.gruppohera.it

Capitale sociale
€1.489.538.745 i.v.
C.F. e REA 04245520376
P.IVA 03819031208

Hera è la multiutility italiana che migliora ogni giorno, nel rispetto dell'ambiente, la qualità dei suoi servizi ambientali, idrici ed energetici attraverso un forte radicamento territoriale e la capacità di innovazione.


Scarica le App pensate per te


Per rimanere aggiornato


Iscriviti ora a Vedo Hera per rimanere sempre aggiornato

Oppure scopri il sistema di alerting personalizzato


Scegli il Comune


Per avere informazioni più precise sui servizi nel tuo territorio

HeraAssetPublisherFilterComuneSelector

Scopri i servizi nel tuo comune


Entra nel mondo di Hera



Canali Specifici



Seguici sui Social