Logo stampa
 
HomeGruppoAttività e serviziEnergia - GAS, Elettricità, TLRValore all'energiaHera per la riduzione delle emissioni di CO2: IL NOSTRO IMPEGNO

Hera per la riduzione delle emissioni di CO2: IL NOSTRO IMPEGNO

L’aumento della temperatura media globale ha conseguenze quali il progressivo innalzamento del livello dei mari, il ritiro dei ghiacciai e il verificarsi di fenomeni meteorologici estremi (alluvioni e siccità), aumentati per frequenza e intensità. Gli effetti si estendono ben oltre i fenomeni più evidenti, sino a livello di geni, singole specie e interi ecosistemi che regolano la vita sul pianeta. Questo si riflette sulle condizioni ambientali con conseguenze per interi settori economici e importanti ricadute sociali tra cui effetti su salute e migrazione. Se non si interviene, entro fine secolo il riscaldamento globale potrebbe superare la soglia dei 2°C fissata come obiettivo da Cop21 e richiamata dall’Onu nell’Agenda al 2030.

L’accordo internazionale raggiunto a Parigi nel 2015 (Cop21) impegna gli Stati europei nel proseguire gli sforzi per limitare l’aumento della temperatura a soli 1,5°C e comunque mantenerla al di sotto dei 2°C a livello globale. L’Europa ha già raggiunto l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas serra al 2020, industria ed energia sono i settori che hanno contribuito maggiormente. È confermato un obiettivo di riduzione del 40% al 2030 ed è in discussione la riduzione dell’80% al 2050. Anche l’Italia è a buon punto e la Strategia Energetica Nazionale (2017) porta al 33% l’obiettivo di riduzione delle emissioni nei settori non ETS (Emission Trading Scheme) al 2030.

Secondo l’IPCC Report 2018 le attività dell’uomo hanno causato ad oggi un aumento del riscaldamento globale di circa 1°C rispetto ai livelli pre-industriali. Si stima che la temperatura globale crescerà ancora di 1.5°C tra il 2030 e il 2052 se non verranno attuate ulteriori azioni migliorative. Inoltre, secondo le proiezioni al 2030 dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (EEA), non sarà possibile raggiungere il target di riduzione del 40% con l’applicazione delle sole misure attualmente previste.

Ridurre l’utilizzo dei combustibili fossili è cruciale per contrastare il cambiamento climatico e l’incremento del più diffuso gas a effetto serra: l’anidride carbonica. L’impegno del Gruppo parte da trasparenza e rendicontazione di performance e obiettivi e continua nei tanti progetti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e riduzione dei consumi energetici:

  • Grazie ai 507 progetti del Gruppo Hera per il risparmio energetico, è stato possibile evitare 1,4 milioni di tonnellate di CO2 dal 2007 al 2019.
  • Sette società del Gruppo Hera sono certificate ISO 50001. I piani di miglioramento energetico di Hera SpA, AcegasApsAmga e Marche Multiservizi porteranno ad una riduzione dei consumi del 5% al 2020 rispetto al 2013.
  • Tramite Hera Servizi Energia e AcegasApsAmga Servizi Energetici, Hera opera nei servizi per l’efficienza energetica rivolgendosi a condomini, grandi clienti industriali e pubblici.
  • Molte sono le attività per dare ai clienti opportunità di ridurre le loro emissioni di CO2. Nel 2017 sono state lanciate alcune offerte commerciali e strumenti innovativi (Analisi dei consumi, Hera ContaWatt, Hera Led e Led Business) sottoscritte da oltre 160 mila clienti, il 16% del totale.
  • Oltre 75 mila clienti (pari all’8,7% del totale) hanno sottoscritto una offerta a mercato libero “Pacchetto Natura” che garantisce l’origine da fonti rinnovabili dell’energia elettrica consumata.
  • Produzione di energia da fonti rinnovabili (30% del totale).
  • L’impronta di carbonio della produzione di energia cala ulteriormente nel 2017 e risulta del 16% inferiore al 2015. Al 2021 sarà -22% rispetto al 2015 grazie alla realizzazione di due impianti di produzione di energia da biogas da discarica, di un impianto per la produzione di biometano e in conseguenza della continua riduzione del ricorso alla discarica.
  • Il Gruppo si è impegnato a usare solo energia rinnovabile per tutte le attività di Hera SpA (esteso ad AcegasApsAmga e Marche Multiservizi nei primi mesi del 2018). Questo ha fatto risparmiare circa 146 mila tonnellate di CO2, pari al 10% delle emissioni complessive del Gruppo (riduzione in parte compensata dall’incremento di emissioni indirette derivanti dai consumi di energia di Aliplast, consolidata nel 2017).
  • Teleriscaldamento , una delle risposte al cambiamento climatico (90 mila appartamenti riscaldati)
  • Riduzione delle emissioni di gas serra grazie alla raccolta differenziata.
  • Dal 2006 il Gruppo Hera aderisce al Carbon Disclosure Project, ente indipendente che offre ad aziende e Paesi un sistema per misurare, gestire e condividere le informazioni sull’impegno nel contrastare il cambiamento climatico. Nel 2017 Hera ha ottenuto il livello A- su scala A-D, migliorando il posizionamento dell’anno precedente.